Chi siamo

La chiave della psicoterapia è la comprensione.
Senza di essa nessun approccio o tecnica psicoterapeutica ha senso
o è efficace a livello profondo.
Solo con la comprensione si è in grado di offrire un aiuto reale.
Lo psicoterapeuta deve comprendere il dolore e i traumi dei suoi pazienti,
sentire la loro paura, e l’intensità delle loro lotte difensive.
Solo allora potrà aiutarli a riacquistare l’integrità perduta.
Alexander Lowen

 

Alexander Lowen con Ezio Zucconi Mazzini e Gilberta Alpa
Alexander Lowen con Ezio Zucconi Mazzini e Gilberta Alpa

La SMIAB – Società Medica Italiana di Self-Analisi Bioenergetica per lo studio e la terapia dei disturbi di personalità – , che si costituisce formalmente a Roma in data 8 maggio 1978, come Associazione di diritto privato senza scopo di lucro, con atto pubblico e con statuto legalmente depositato, è un’Organizzazione Scientifica Internazionale per la ricerca e la formazione professionale di Psicoterapeuti specializzati sia nei Disturbi di Personalità e Difetti del Self, sia nei Disturbi del Carattere e nelle Nevrosi.

La SMIAB in cammino con il sorriso e l’energia di colui che ha contribuito di più alla sua evoluzione: il nostro caro amico e trainer Leonard Hochman.

L’Associazione è stata fondata  dal dottor Ezio Zucconi Mazzini (psichiatra e fondatore della prima scuola di Analisi Bioenergetica in Italia), insieme al dottor Alexander Lowen (psichiatra e padre fondatore dell’Analisi Bioenergetica) e al dottor Renato Monaco (psichiatra e trainer internazionale dell’IIBA).

La SMIAB è stata riconosciuta dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) ed abilitata, con decreto del 16 Novembre 2000, ad attivare Corsi di Formazione in Psicoterapia per Psicologi e Medici, secondo il modello scientifico psico-corporeo della Self-Analisi Bioenergetica per lo studio e la terapia dei Disturbi di Personalità.

Da destra la nostra trainer internazionale Angela Klopstech, Gilberta Alpa, Ezio Zucconi Mazzini e il traduttore SMIAB Max Prestia

L’Associazione  è da sempre  impegnata in un notevole sforzo di studio e ricerca scientifica per dare alla teoria bioenergetica così come l’ha concepita Alexander Lowen, una base neurofisiologica e psicofisiologica somatopsichica condivisa dalla comunità scientifica internazionale, superando i differenti linguaggi, strumenti e tecniche utilizzati dalle scienze del corpo e della mente e correlandole allo Studio dei Disturbi di Personalità.

La SMIAB studia, in una prospettiva realmente innovativa, i conflitti dell’Io (nevrosi e disturbi del carattere) ed i difetti del Self (Disturbi di Personalità), nelle loro implicazioni cliniche e terapeutiche consentendo, una formazione psicoterapeutica in grado di gestire la complessità e la comorbilità dei Disturbi di Personalità, considerati tra le più diffuse patologie emozionali e relazionali  che determinano fragilità nella nostra società.
E’ oggi acquisito da tutta la Comunità Scientifica Internazionale che i Disturbi di Personalità sono dovuti a “difetti del Self” che si strutturano nella prima infanzia per la trasmissione  transgenerazionale dei tratti  del carattere e per il fallimento delle relazioni di attaccamento affettivo  con i propri genitori e con i caregivers (le figure di accudimento e di attaccamento).
Ciò spiega il grande incremento avuto negli ultimi decenni dal Child Development, dall’ Infant Research e dalla Baby  Observation,  nelle    più importanti Università del mondo.
La SMIAB segue con grande interesse gli sviluppi di tali ricerche e collabora, mediante partnerships, agli studi ed alle ricerche che si svolgono presso le più  prestigiose sedi della Comunità Scientifica mondiale.

Affiliazioni nazionali e internazionali con: l’ IIBA (International Institute of Bioenergetic Analysis di NewYork),  con la ISSPD (International Society for the Study of Personality Disorders), con l’AISDP  (Associazione Italiana per lo studio dei Disturbi di Personalità) con il WAIMH (World Association for Infant Mental Health), con SPR (Society for Psichotherapy) e con CNSP (Coordinamento Nazionale Scuole Private di Psicoterapia).

Attività recenti

La SMIAB ha attivato, con il patrocinio della Regione Lazio,  per due volte un “Corso di formazione professionale per baby sitter e caregiver”. Questo corso è sembrato, ai Docenti e ai Ricercatori della SMIAB un obiettivo  assolutamente necessario da perseguire e raggiungere perché queste persone, che così grande parte hanno nella crescita psico-fisica ed emozionale infantile, possano raggiungere la consapevolezza di sé nella relazione di attaccamento affettivo e di sviluppo del Self del bambino.

La SMIAB ha anche portato avanti per quattro anni con la Provincia di Roma e il Municipio Roma XII un “Progetto di Supervisione per operatori sociali e psicologi perla prevenzione della BURN OUT SYNDROME”  e per il raggiungimento della mastery nel promuovere un più sano e corretto social empowerment.Il Progetto che, considerato il grande interesse fra gli operatori, è stato rinnovato per due volte, ha esitato in un Convegno finale dal titolo ”La Sindrome di Burn Out o dell’Operatore bruciato: valorizzazione di un’esperienza”, tenutosi  nel Municipio XII di Roma.

Con il Comune di Roma, la SMIAB ha organizzato il “Progetto Cinema: la  Cineterapia come strumento di promozione ed evoluzione umana, e di benessere”. Visto il grande successo di pubblico che questo progetto ha riscosso, il progetto continua a grande richiesta e sotto il patrocinio del Comune di Roma e del MIBACT.

L’attenzione da sempre prestata dalla SMIAB alle fasce sociali più deboli ed in particolare alle tematiche relative ai bambini, agli adolescenti, agli anziani, alle donne, ai portatori di handicap, soggetti con alto disagio psichico e/o sociali (maltrattamenti, disabilità psichica) è stata oggetto di specifici interventi tra i quali si segnala il Progetto “Metodologie e tecniche di prevenzione della fragilità, dell’esclusione e del disagio sociale” indetto dalla Regione Lazio, Dipartimento Programmazione Economica e Sociale, Direzione Regionale Politiche Sociali e Famiglia, Area sostegno alla disabilità.

Sempre nell’ambito dell’impegno nel campo psico-sociale dell’accoglienza ai migranti e soprattutto ai minori non accompagnati, la SMIAB ha tenuto il corso, “Infanzia e adolescenza nella migrazione”, rivolto  agli  operatori  socio-sanitari pubblici, del privato, a cura della Provincia di Roma, Dip.to IX  – Servizi Sociali -.

Sulla base del presupposto per cui la  “vulnerabilità  dei minori  stranieri  rispetto  al rischio  psicosociale  e  sanitario  è  riferibile  alla fragilità  del  processo  di  sviluppo,  acuita  dalla condizione  di  precarietà  delle  famiglie  e  dalle difficoltà psicologiche e culturali incontrate dagli  adulti nell’essere genitori  in un paese  straniero, gli esperti della SMIAB sono intervenuti sul tema della  genitorialità  sviluppando le problematiche connesse ai modi, tempi e luoghi della genitorialità, alla matrice familiare e culturale nell’evoluzione del sistema delle relazioni parentali ed alla contaminazione tra mondi culturali diversi e alla relativizzazione del paradigma educativo.

Nella stessa area di intervento la SMIAB svolge un Progetto di supervisione a psicologi e operatori dell’Ipap “Sacra Famiglia” che fornisce servizi socio-assistenziali in casa famiglia, gruppi appartamento, centro di prima accoglienza per minori stranieri non accompagnati.

I ricercatori della SMIAB hanno dato vita nel 2016, alla Fondazione Scientifica “POWER PERSONALITY DISORDER – SCIENCE FOR PEACE